.
Annunci online


Le mie risposte alle 10 domande di Repubblica

28 dicembre 2012.

Dieci domande di Repubblica su dieci temi che saranno centrali nella prossima legislatura. Volete sapere come la penso? Leggete le mie risposte qui sotto!

1) Patrimoniale sì o no? Se sì, di quale entità?
Sì, sono favorevole alla patrimoniale. Nell'immediato si può pensare a una patrimoniale sulle grandi ricchezze immobiliari, ma occorre immaginare una tassa europea sulle grandi fortune. Meno disuguaglianza farà ripartire l'economia e alleggerirà il carico fiscale sul lavoro e l'impresa.

2) Il salario minimo può sostituire il sistema di ammortizzatori sociali fin qui conosciuto?
Serve un intervento che fissi per ogni lavoro, anche precario, un salario minimo in riferimento al contratto. Non mi convince il salario di cittadinanza. Vorrei invece misure per chiudere con la precarietà e garantire a tutti un accesso, non assistenziale, agli ammortizzatori sociali.

continua

tag dirittilavoropdfirenzerepubblicaimmigratiprimariecorruzionesanitàevasionesalario minimolegge 40patrimonialeimu
0 commenti   permalink    creato da Achille_Passoni il 28/12/2012 alle 15:12 | Versione per la stampa
condividi:

Ddl anticorruzione in Senato, serve un'approvazione rapida

8 ottobre 2012.


Il ddl contro la corruzione sta finalmente per arrivare in Aula, dopo l’ostruzionismo del Pdl che in questi mesi ha bloccato il provvedimento cercando di legarne l’approvazione alle misure sulle intercettazioni e sulla responsabilità civile dei giudici, ottenendo il risultato di ritardare una legge importantissima per la competitività e la credibilità del Paese e delle sue Istituzioni. È questo un punto di vista condiviso in primo luogo dal Capo dello Stato: Napolitano è tornato sul tema proprio pochi giorni fa da Assisi, ribadendo la necessità di “una ripresa di slancio ideale e di senso morale, della quale ha acuto bisogno oggi la nostra comunità nazionale come in pochi altri momenti”.

continua

tag senatocorruzionequestione moralepdpdleconomia
0 commenti   permalink    creato da Achille_Passoni il 8/10/2012 alle 9:28 | Versione per la stampa
condividi:

La corruzione costa due punti di Pil. Ma il Pdl continua a bloccare il ddl al Senato

11 settembre 2012.


Riprende oggi nelle commissioni congiunte Affari costituzionali e Giustizia al Senato l'esame del disegno di legge contro la corruzione già approvato dalla Camera con voto di fiducia. Il dibattito dura da mesi a causa dell’ostruzionismo del Pdl, che si è messo di traverso cercando di legare l’approvazione del ddl anti-corruzione ai provvedimenti sulle intercettazioni e sulla responsabilità civile dei giudici, con il solo scopo di bloccare una legge importantissima per la competitività del Paese.

continua

tag senatocorruzionepdpdleconomiaseverino
0 commenti   permalink    creato da Achille_Passoni il 11/9/2012 alle 16:16 | Versione per la stampa
condividi:

Sì del Senato alla Convenzione di Strasburgo contro la corruzione

15 marzo 2012.


Il Senato ha approvato all'unanimità il ddl di ratifica della Convenzione penale sulla corruzione. E’ il caso di dire “era ora”, visto che la Convenzione ha visto la luce addirittura nel 1999, ed è stata ratificata da 43 Paesi mentre sette (tra cui purtroppo l'Italia, in attesa dell’approvazione della Camera) non lo hanno ancora fatto. Il recepimento della convenzione di Strasburgo e il conseguente adeguamento del nostro ordinamento è assolutamente necessario, specie per un Paese come il nostro in cui - come sottolinea la Corte dei Conti - a 20 anni da Tangentopoli la corruzione vale ancora circa 60 miliardi di euro l'anno.

continua

tag europasenatouecorruzione
0 commenti   permalink    creato da Achille_Passoni il 15/3/2012 alle 15:46 | Versione per la stampa
condividi:

Il Governo sconfitto in Aula sul ddl anti-corruzione

9 giugno 2011.


Un’ottima giornata quella di ieri per l’opposizione, che è riuscita a mettere in evidenza ancora una volta la debolezza di un Governo ormai allo sbando persino in Senato. La maggioranza è stata infatti battuta due volte in Aula sul ddl anticorruzione, una sconfitta che pesa perché scardina l’impianto del provvedimento voluto dal centrodestra.

continua

tag governoaulapdopposizionecorruzione
0 commenti   permalink    creato da Achille_Passoni il 9/6/2011 alle 17:42 | Versione per la stampa
condividi:

Se non condanniamo moralmente la corruzione, ne diventiamo complici

15 aprile 2010.
Questa settimana al Senato si è parlato di corruzione: una piaga che avvelena la società italiana e contro la quale il Governo ha annunciato le solite misure spot, che come al solito non porteranno a risultati concreti. Come ha sottolineato in maniera molto efficace Gerardo D’Ambrosio, la corruzione è un problema centrale, sia perché produce danni economici enormi rallentando lo sviluppo del Paese, sia perché è una pratica molto difficile da scoprire.

continua

tag corruzionesenato
0 commenti   permalink    creato da Achille_Passoni il 15/4/2010 alle 11:18 | Versione per la stampa
condividi:

La corruzione dilagante è ormai un fenomeno di costume

18 febbraio 2010.

E’ una di quelle cose che tutti sanno, di cui si parla spesso ma contro cui non si fa mai niente di concreto. Eppure è una realtà che avvelena quotidianamente la vita del paese, come dimostra la vicenda della Protezione Civile di cui ho già parlato nei miei post: l’Italia è un paese sempre più corrotto. I dati pubblicati pochi giorni fa dalla Corte dei Conti sono spaventosi: nel 2009 le denunce per corruzione sono aumentate del 229% rispetto al 2008, mentre quelle per concussione (l’altra faccia della medaglia) del 153%. La cosa più grave, come ha lucidamente dichiarato il presidente della Corte, è che ormai la corruzione è “un fenomeno di costume, una patologia grave per la quale il Codice penale non basta più”. Quando il malcostume è così dilagante infatti, le leggi non servono a molto: anche quando ci sono, non è possibile farle rispettare perché spesso il controllore è compiacente con il controllato. In base alle statistiche, è la Pubblica Amministrazione a soffrire di più: il trasparentissimo ministro Brunetta, invece di insultare quotidianamente gli impiegati pubblici, dovrebbe preoccuparsi di dotare la PA degli anticorpi necessari per difendersi dalla corruzione, a cominciare da una revisione della procedura che regola i giudizi contabili. I dati confermano poi un’altra necessità immediata: bisogna uscire dalla dittatura dell’emergenza. Finché è in vigore il “regime dell’ordinanza”, tutto è concesso, i controlli della Corte dei Conti vengono meno e la corruzione trova un terreno fertile: le inchieste e le intercettazioni sulla Protezione Civile stanno lì a dimostrarlo. Chiudo citando un altro dato da non sottovalutare: sorprendentemente, la Toscana risulta essere in testa alla classifica delle regioni in cui la Corte ha emesso il maggior numero di citazioni in giudizio per danno erariale. Strano, viene da pensare in prima battuta: proprio la Toscana tra le regioni più corrotte d’Italia? Ecco prontamente svelato il mistero: la procura di Firenze sta indagando sugli appalti del G8 dove, come è facile immaginare, le irregolarità non mancano!

Detto ciò, rimane un problema grande come una casa: la politica che fà? Di questo parleremo nei prossimi giorni.



tag corruzionecrisiprotezione civile
0 commenti   permalink    creato da Achille_Passoni il 18/2/2010 alle 7:49 | Versione per la stampa
condividi:

sfoglia novembre        gennaio