.
Annunci online


Un appello per lo Ius soli: chi nasce in Italia è italiano

14 maggio 2012.


Milioni di bambini, figli di migranti, nascono e crescono nei paesi dell'Unione Europea ma non hanno diritto all'uguaglianza né tantomeno dello status di cittadini. È una discriminazione inaccettabile, che va eliminata: per questo, ho firmato l’appello promosso dall’europarlamentare Pd David Sassoli e dal presidente dell'Anci e sindaco di Reggio Emilia, Graziano del Rio, per promuovere una direttiva europea che inviti tutti gli stati membri all'approvazione di leggi nazionali per garantire ai figli degli stranieri nati in un paese europeo il diritto della cittadinanza per ius soli.

Soltanto in Italia, il numero di bambini nati qui ma privi della cittadinanza ha quasi raggiunto il milione: una situazione assurda, per la quale dei ragazzi che sono nati e cresciuti in Italia, parlando la nostra lingua e studiando nelle nostre scuole, non possono godere degli stessi diritti dei loro coetanei italiani. Ho aderito all’appello perché sono convinto che, come ha detto più volte anche il Presidente Napolitano, quella per lo ius soli sia una battaglia di civiltà fondamentale per un Paese che vuole definirsi davvero democratico.

Potete sottoscrivere l’appello cliccando qui.


tag ius solimigranticittadinanzadirittiue
0 commenti   permalink    creato da Achille_Passoni il 14/5/2012 alle 14:5 | Versione per la stampa
condividi:

sfoglia aprile        giugno