.
Annunci online


Il futuro delle aziende di Finmeccanica del territorio fiorentino

15 maggio 2012.


Lunedì ho partecipato all'assemblea delle RSU di Selex Galileo e Selex Elsag. Come avrete potuto leggere sul blog, da qualche mese a questa parte mi sto occupando di entrambe le aziende di Finmeccanica. Da mesi i lavoratori sollecitano certezze sul futuro alla holding, ma soprattutto al Governo: chiedono risposte chiare a una situazione incredibile, sia per quanto riguarda la vicenda Galileo, sia il caso Elsag.

Si tratti di errori o di volontà precise, gli esiti sono insopportabili per i 1100 dipendenti delle due aziende (400 per la Elsag, 700 per la Galileo) che operano nel campo dell'alta tecnologia. E' mai possibile che si trascuri un potenziale di innovazione del genere? E' mai possibile che non si considerino una risorsa le competenze sviluppate in questi anni di attività? Entrambi gli stabilimenti infatti sono eccellenze del territorio e a livello nazionale che vanno salvaguardate, proprio perchè favoriscono un incremento di produzioni di qualità.

In questi mesi ho presentato diverse interrogazioni al Ministro su Selex Elsag e su Selex Galileo chiedendo chiarimenti a Finmeccanica sul progetto industriale per i due stabilimenti, poi sono emerse tutte le vicende giudiziarie. Dal palco dell'assemblea, ho ribadito il mio impegno e il mio sostegno ai lavoratori di entrambe le aziende. Penso che il piano per lo sviluppo e la crescita che il Governo ha promesso debba diventare una priorità assoluta per fare chiarezza su Finmeccanica in generale, e sulle realtà industriali in particolare del territorio fiorentino. Dall'assemblea è emersa una convergenza di vedute tra tutti i rappresentanti delle forze politiche presenti, convergenza che i sindacati ci chiedono di tradurre in impegni precisi e unitari di iniziative rivolte al governo nazionale.


tag firenzetoscanafinmeccanicagalileoselexelsagtetra
0 commenti   permalink    creato da Achille_Passoni il 15/5/2012 alle 14:44 | Versione per la stampa
condividi:

sfoglia aprile        giugno