Blog: http://achillepassoni.ilcannocchiale.it

Produttività, ancora poche ore all'incontro Governo - parti sociali



Riflettevo ancora sullo scenario di un accordo separato sulla produttività che si potrebbe realizzare questo pomeriggio. E mi chiedo, che senso ha per un Governo che ha la natura che sappiamo - scelto per fronteggiare l'emergenza nella quale Berlusconi aveva gettato il Paese - registrare un accordo separato? Mi sembra una specie di contraddizione in termini.

Contraddizione che aumenta di fronte a quello che appare come un vero e proprio cambio di strategia del Governo nei confronti della parti sociali. Ricordate il famoso “no” di Monti alla concertazione? Bene, in questo caso, a differenza della vicenda pensioni o del mercato del lavoro - peraltro, ben più importanti - il Governo rende le stesse parti sociali protagoniste della destinazione di qualche migliaio di milioni di euro. E questo cambiamento di atteggiamento - benvenuto s'intende - l'unico risultato che produce è un accordo separato? Non vorrei arrivare a dire che, stante così le cose, sarebbe forse stato meglio che il Governo proseguisse sulla prima strada, perché penso che la concertazione sia insostituibile in una società moderna e complessa come la nostra.

Ma non posso neppure immaginare un interesse di un esecutivo di questa natura ad un accordo separato. A meno che non si ricorra a letture politiche più o meno dietrologiche relative allo scenario pre-elettorale che stiamo vivendo, al formarsi di nuove aggregazioni nel cosiddetto “centro” e all'interesse di qualcuno, anche nel Governo, a dividere strumentalmente il fronte della rappresentanza sociale proprio in quell’ottica.

Siccome preferisco rifuggere da letture dietrologiche - anche se non le escludo certo - e restare al merito e al contesto nel quale lo stesso viene trattato, continuo a pensare che il Governo oggi debba impegnarsi davvero per ricercare una soluzione che tenga insieme tutti. Anche perché, ripeto quel che ho scritto ieri, questo accordo vola basso basso. E a costo di passare per "benaltrista'" (cosa che in se non mi piace) penso che il prossimo governo con le parti sociali debba fare... ben altro.

Pubblicato il 21/11/2012 alle 12.39 nella rubrica Economia e lavoro.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web