Blog: http://achillepassoni.ilcannocchiale.it

Il territorio di Grosseto in ginocchio dopo l'alluvione



A una settimana dall'ondata di maltempo che ha colpito la Toscana e in particolare l'area di Gorsseto, vi segnalo una breve intervista a Lorenzo Centenari, Segretario Generale Cgil Grosseto, su quello che l'alluviose ha significato e significa per un territorio già piegato dalla crisi.

Il 2012 è stato un anno molto difficile per il grossetano...
Si, decisamente. C’è stata prima la neve, poi la Concordia, gli incendi che hanno distrutto la pineta di Marina di Grosseto e ora questa ondata di maltempo che è davvero una tragedia, dal punto di vista intanto delle vite umane che sono andate perdute, degli affetti delle persone, perché tanta gente ha visto distrutti e compromessi la propria abitazione, i propri beni economici e affettivi.

E per quanto riguarda i danni al tessuto produttivo?
L’impatto sull’economia e su tante attività produttive è pesantissimo. Mi riferisco in particolare agli stabilimenti industriali di trasformazione agroalimentare della zona di Albinia, che sono stati invasi da metri e metri d’acqua e che hanno visto compromessi macchinari, attrezzature, prodotti finiti e scorte non più vendibili. A questi danni si aggiungono quelli minori, ma comunque rilevanti, alle signole case invase dal fango.

Come ha reagito la gente del posto?
È stato davvero encomiabilie il comportamento della popolazione e dei centinaia di volontari che stanno lavorando per portare la situazione a una “normalità”, che comunque non sarà più come prima. Tra questi, esprimo particolare apprezzamento per le due squadre di volontari della Cgil che sono intervenuti sabato e domenica scorsa e che torneranno nuovamente nei prossimi giorni per aiutare la popolazione a spalare via fango e detriti.

Cosa chiede il territorio alluvionato alla politica nazionale?
Sollecitiamo i parlamentari e la politica a un intervento rapido per stanziare dei fondi per aiutare questo territorio a risollevarsi. L’azione della Regone e della Provincia è stata immediata, adesso è determinante che anche lo Stato centrale intervenga per sostenerci da un punto di vista economico.


Pubblicato il 22/11/2012 alle 7.55 nella rubrica Dalla Toscana.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web